Feed RSS

Rimpianto

Inserito il

Il rimpianto nasce quando le condizioni presenti non ci permettono di fare qualcosa e, volgendo lo sguardo al passato, troviamo un tempo in cui gli impedimenti del tempo presente non ci sono.

Allora nasce spontaneo il desiderio di tornare indietro in quel tempo e fare 10, 100, 1000 volte quello che ormai non si può fare più.

Mi sembra un po’ come quando guardiamo la vita degli altri e sappiamo benissimo come dovrebbero risolvere i loro problemi, mentre i nostri ci sembrano insormontabili. Lo facciamo anche con noi stessi quando guardiamo al passato. È facile giudicare quando si guarda con distacco.

Forse in quel momento del passato non c’erano gli impedimenti del momento presente, ma evidentemente, se allora non lo abbiamo fatto c’era qualcos’altro che ce lo ha impedito. Qualcosa che magari adesso non c’è più, una situazione, uno stato d’animo che adesso abbiamo superato.

Dovremmo essere un po’ più indulgenti con gli altri e anche con noi stessi. Ma facendo attenzione a non esserlo troppo…

Bisogna cercare di vivere con più consapevolezza il presente, valutare bene se gli ostacoli che vediamo sono dei veri e propri impedimenti o se sono stati messi dalla pigrizia o dalla paura del cambiamento. Nel secondo caso vanno affrontati e superati raccogliendo le forze nel momento presente.

Inizio ad avere paura dei rimpianti. Forse ne ho già troppi.

Annunci

11 anni insieme

Inserito il

Buon Compleanno, caro blogguzzo! 😊

Preghiera diamante

Inserito il

Tempo fa ho letto una barzelletta cui si diceva che il carbone e il diamante sono formati entrambi da carbonio, l’unica differenza è che nel diamante gli atomi di carbonio sono posizionati in una struttura cristallina, in pratica sono semplicemente più ordinati..

Partendo da questa riflessione si potrebbe fare una preghiera del genere:

Signore,

metti in ordine gli atomi del mio cuore
e trasforma il mio cuore di carbone
in un cuore di diamante
affinché,
attraversato dalla tua luce,
possa creare un arcobaleno di opere buone!

😊

Pasqua 2018

Inserito il

“Signore, dona a ciascuno ciò di cui ha più bisogno, nella certezza che tu solo conosci i più profondi bisogni del nostro cuore.” ❤

Tanti Auguri di Buona Pasqua a tutti i lettori del mio blog! 😘

La solitudine di Giuda

Inserito il

Il personaggio che ha catturato la mia attenzione in questa settimana Santa è stato Giuda.
È iniziato tutto martedì sera e ho continuato a pensare a lui negli altri giorni.

Martedì mi ha colpito la frase di Gesù che gli diceva: “quello che devi fare, fallo presto” e non mi è sembrato giusto.
Perché non gli ha detto: “hai valutato bene?” o ” sei davvero sicuro di quello che vuoi fare?”
Giuda stava per commettere un grave errore, forse il più grave dell’umanità, un errore che ha distrutto la sua vita e nessuno l’ha fermato. Non dico che Gesù avrebbe dovuto impedirglielo, ma almeno invitarlo a riflettere ancora un po’.

Mi hanno risposto che Gesù lo aveva fatto poco prima: durante la cena aveva cercato in tutti i modi di fargli capire che il suo gesto sarebbe stato un grave tradimento…

Ma lui evidentemente era troppo convinto che fosse la cosa giusta da fare.
Chissà quale pensiero ha davvero spinto Giuda a tradire il Maestro per cui aveva lasciato tutto e che stava seguendo da tre anni.

Di certo Giuda era solo. Forse non lo era davvero, ma si è sentito solo. Ha preso la sua decisione da solo e ha portato il peso delle conseguenze del suo gesto ancora da solo.

Si dice sempre che la differenza tra Giuda e Pietro è che Pietro ha creduto nell’infinita misericordia di Dio, mentre Giuda ha ritenuto il suo peccato troppo grande e impossibile da perdonare.

Ma Pietro dopo il rinnegamento ha incontrato lo sguardo di Gesù, Giuda no. Giuda era solo.

Certo, Gesù l’aveva chiamato “amico” proprio mentre veniva tradito… ma questo a Giuda non è bastato.
Gli è servito per fare un passo, per capire che aveva sbagliato, ha cercato di riparare restituendo il denaro e dicendo che Gesù era innocente.
Forse voleva provare a riparare il danno, ma non è servito. A quelli che volevano condannare Gesù non interessava la verità, volevano solo metterlo finalmente a tacere. Se loro avessero cercato la verità, in quel momento avrebbero potuto cercare di fermare la condanna a morte di un innocente.

E a questo punto Giuda non sapeva più cosa fare, a chi rivolgersi.
Era solo.
Non poteva parlarne col Maestro, provare a chiedergli perdono, perché Lui era in mano ai soldati, ma non poteva confidarsi nemmeno con gli altri 11 perché probabilmente nessuno di loro in quel momento gli avrebbe detto parole di consolazione, nessuno gli avrebbe detto che nonostante tutto, Gesù lo avrebbe perdonato e che continuava ad amarlo, nessuno gli avrebbe parlato di misericordia e nessuno gli avrebbe suggerito di avere speranza.

Che speranza ci può essere di fronte alla morte? Con la morte tutto finisce.
E lui ha commesso una colpa gravissima che ha portato alla morte un altro uomo. Come poteva sopportare questo peso?
Era solo.

Di Giuda si può parlare fino ad oggi. Domani non avrebbe senso.
Domani Giuda non c’è.
Non ha potuto assistere all’inimmaginabile, all’evento che capovolge tutte le certezze. Era ad un solo giorno di distanza, ma non è riuscito a sopportare il peso del rimorso per un altro giorno.

Ho guardato Giuda con gli occhi diversi in questa settimana e l’ho sentito vicino, amico, ho provato sentimenti di affetto per lui.
Certo, potrebbe essere una visione distorta, probabilmente ci saranno errori di valutazione, ma chi lo sa?

37 + 1/12

Inserito il

È passato un mese da giorno del mio compleanno. Avrei voluto scrivere un post quel giorno per ricordare l’analogia con le sensazioni descritte in un altro mio post di qualche tempo fa.

https://cosemeravigliose2.wordpress.com/2016/04/22/piccola-pausa-in-ssb/

Quella volta ero andata tra gli alberi di Serra S.B. per stare con i miei pensieri, stavolta invece sono andata sulla spiaggia…

San Valentino si avvicina

Inserito il

Ascoltare questa canzone alla radio mi ha fatto venire voglia di innamorarmi, di provare di nuovo le sensazioni descritte dalla canzone, di dedicare al mio lui canzoni d’amore come questa… ❤

La colpa non sarà solo di Max, ma anche di San Valentino ormai alle porte! 😉

La canzone è molto “stile Max” sembra quasi un copia-incolla di cose già sentite, ma mi piace! 😄
Purtroppo ancora non c’è il video ufficiale, ho dovuto accontentarmi di questa cover, ma rende bene l’idea! 😄
Speriamo che il video esca presto! E chissà, magari quel giorno avrò anche nel cuore qualcuno a cui dedicarla! 😜